Elezioni Consiglio Regionale Lazio 2018

Aurigemma, Consigliere Regionale Forza Italia nel Lazio

Parte la corsa al fianco di Parisi Presidente della Regione

Dopo anni di duro lavoro, un impegno sempre orientato verso le esigenze dei cittadini circa i temi della sanità, del sociale, dell’ambiente, dei trasporti e molto di più, ho accolto con orgoglio e profonda soddisfazione la notizia, alla presentazione ufficiale dei candidati il 3 febbraio scorso, di essere stato indicato capolista di Forza Italia alle Elezioni Regionali del Lazio 2018.

Non ho pensato nemmeno per un secondo che questo fosse un traguardo, un punto di arrivo. Sabato 3 Febbraio è stato per me un punto di partenza, un nuovo inizio, sempre dalla parte dei cittadini. Un nuovo inizio che, però, riparte dal percorso già intrapreso nel mio precedente mandato, ma non portato a termine a causa dell’inerzia della precedente legislatura di centro-sinistra.

Insieme a Parisi, al fianco dei cittadini della Regione Lazio

Sono cinque gli anni di annunci non concretizzati e di promesse mancate da parte dell’amministrazione Zingaretti, e la risposta del centrodestra non poteva che essere un elemento di rottura: la candidatura di Stefano Parisi.

Uomo dalla comprovata competenza, Parisi si presenta come la persona in grado di raccogliere le istanze della Regione Lazio, portando nuova credibilità ad una istituzione alla quale i cittadini non riescono più a credere, trasformando le proposte programmatiche del centrodestra in azioni concrete.

Un ringraziamento speciale lo rivolgo al Presidente Silvio Berlusconi, per la rinnovata fiducia nei miei confronti, ma soprattutto per la scelta di un candidato Presidente alle Elezioni Regionali del Lazio che sarà in grado di dare una svolta positiva al nostro territorio, da anni svilito da una politica scarna e approssimativa.

Ma i ringraziamenti non finiscono qui. Ringrazio infatti Antonio Tajani, Presidente Del Parlamento Europeo, e il Coordinatore Regionale di Forza Italia Claudio Fazzone, il cui supporto sarà fondamentale per il percorso appena intrapreso.

La strada sarà certamente in salita. Non mancheranno gli ostacoli, ma lavoreremo per trasformarli in opportunità per tutti. E questo non solo perché ci riteniamo migliori, ma perché siamo gli unici in grado di farlo. Perché siete voi a chiedercelo, e noi lo faremo. Come? Insieme. Perché #insiemesipuò.